Spread the love

Diario di bordo dalla zona rossa 3, sembra un film di fantascienza.

Musica di: Jack Anselmi – Woda woda – GianFranco LoSchiavo – Statale 107 – Fabio Miani – Recattivo – Mario Marco Farinato – Svytols – Lucio Dalla

Pensavo di essermela vissuta la mia epidemia, quando scoppiò il Colera a Napoli, mi sono vissuto, Chernobyl per colpa della Russia, la caduta del Muro di Berlino, la strage di Bologna per colpa degli squilibrati, (perchè a fare una cosa del genere non si è ne di destra ne di sinistra si è squilibrati mentali) poi mi sono visto l‘AIDS, che ha ucciso un sacco di amici miei, e quando ero un 14enne ci fu l’epidemia di epatite virale tra i vari tossici del Milanese che ridusse la popolazione a zero e qualche amico, pure se tossico lo avevo… per dimenticare siamo andati tutti al mare.. ma volevamo andare piu lontano allora è arrivata la #easyJet che ci ha detto che potevamo volare pure noi poveri cristi.. e abbiamo tutti iniziato a volare… però qualcuno ha volato nel posto sbagliato e sono cadute le Torri Gemelle, da li in poi il mondo ha cominciato a tremare… tutti erano spaventati dai terroristi… la gente non andava in vacanza…e allora siccome l’economia è piu importante di ogni principio morale, ci hanno fottuto con l’idea del patriotismo e della libera circolazione di beni e persone, hanno inventato L’europa e ci hanno fatto credere che eravamo tutti fiori dello stesso giardino, invece no…. noi eravamo erbaccia mentre, sempre e solo “Loro” erano i fiori nel giardino del Signore.

Però i prezzi erano talmente buoni non potevamo fermarci e abbiamo iniziato a viaggiare di piu, cosi tanto che abbiamo accorciato le distanze tra noi e la morte… e siamo andati avanti.. dove non si sa…. ma siamo andati avanti

E per riprendersi dalla paura del terrorismo e dimostrare che siamo noi i i vincitori c’è stata la Guerra del Golfo, la prima e la seconda, la primavera Araba, la rivoluzione in Ukraina, dove hanno avvelenato il Presidente, nel contempo in Italia assistevamo inerti e già da tempo, alla scalata dei Berlusconiani, e tra Gullit e Van Basten ci facevamo le seghe mentali nella speranza di diventare ricchi lavorando, mentre “loro” diventavano ricchi fottendo i nostri soldi a noi tagliavano i fondi alla sanità, tagliavano i fondi alle scuole, all’arte e alla vita.

A siamo andati avanti

Poi è arrivatra la rivoluzione di internet e tutti si sparavano le seghe a casa, è nato #goole la #Apple #Windows ma pure roba buona come #Linux , cosi sono arrivati gli hacker che fottevano i soldi on line mentre i governi di tutto il mondo iniziavano ad organizzarsi per una supremazia sovranista globale, noi pensavamo ancora di diventare ricchi lavorando e correvamo tutti come pazzi in giro per le strade di #Milano oppure ci impegnavamo a scrivere canzoni d’amore, sapendo che presto sarebbe finito tutto, che tutto sarebbe andato per il meglio e sperando che prima o poi sarebbe successo anche a noi.. e invece no…. perchè….

….siamo rimasti tutti all’asciutto quando scoppiò la crisi nel 2008… allora un tizio, che in passato si era fatto conoscere per aver aperto il piu grosso mercato di droghe e armi on-line #Silkroad si inventa il #bitcoin con la speranza che la gente si liberasse anche delle catene della schiavitù, ma niente.. e #bukowski lo aveva pure scritto qualche anno prima: “La schiavitù non è mai stata abolita, si è semplicemente estesa a tutti i colori della pelle”.

Intanto qualcuno si era accorto di non essere veramente libero e ha inziato a protestare.. e siccome dava fastidio al sistema economico, che è al di sopra di ogni bandiera, hanno iniziato a importare nuovi schiavi dalla Libia, e in italia qualche altro ha pensato bene di usarlo come mezzo di propaganda poilitca

e siccome Berlusconi ora mai sta diventando vecchio e i suoi figli non vogliono entrare in poltica, hanno dato la parte del liberatore a uno che si fa chiamare Capitano….. e con lui sono arrivati anche banchi di pesce azzurro… Sardine.. che non hanno nè capo nè coda ma siccome non c’era nessuno ad incazzarsi per le cazzate del Capitano hanno deciso di incazzarsi loro e hanno iniziato a scendere in piazza dividendo un’altra volta l’Italia in Bianchi E Neri, Guelfi e Ghibellini come ai tempi di Dante.

E siamo andati ancora avanti

Poi siccome negli USA l’economia stava diventando stagnante, allora il Fondo Monetario Inernazionale ha pensato bene di dare le chiavi dello scettro del regno a una specie di Anticristo che ha preso possesso della Casa Bianca e l’America è diventata un enorme campo di concentramento dove la gente non crede piu a niente se non nella loro pistola e ai soldi, quindi hanno ricominciato a lavorare duro, inquinando un sacco..

E hanno inquinato cosi tanto che in pochissimi anni hanno ribaltato la già precaria “emergenza Climatica” del Paese.. e siccome quando fai tanto casino, i vicini si possono lamentare, si sono compratio pure i governi dei vicini, cosi hanno messo Bolsonaro in Brasile, un’altro paio di pirla in Colombia, Boliva e Nicaragua… e hanno continuato a sporcare…. e intanto i loro cugini Australiani erano contenti, perchè per la prima volta il razzismo era diventato “legale” e hanno inziato a consumare cosi tanto carbone che hanno inaridito i territori Australiani ed è scoppiato un’incendio che ha ucciso oltre 1.500.000 specie viventi….. un sacco di gente e un sacco di piante… ma non si sono fermati per niente hanno continuato.. perchè l’economia è al di sopra di ogni paura…….e allora a #Milano abbiamo continuato a lavorare

Cosi è succecco che tra 2010 ed il 2019 il riscaldamento globale ed il cambiamento climatico sono arrivati alle stelle e un sacco di gente è morta, tra i quali pure mia figlia… e noi genitori siamo scesi in strada a protestare.. allora il Comune di Milano per sopperire al problema ha messo l’Area C e B e tutti sono tornati a lavorare…. pagando un tot al giorno per entrare e uscire.

Poi di colpo è arrivata una bambina Svedese, che siccome non aveva studiato una minghia fritta il giorno delle interrogazioni, ha pensato bene di protestare per avvisarci che stavamo combinando un casino con il clima del nostro pianeta

E ancora non ci siamo fermati

Cosi siamo arrivati al 2020 e in tutta la nostra potenza di esseri superiori anche a Dio abbiamo iniziato a costruire la nostra Torre di Babele giorno e notte.. siamo arrivati fino a Marte.. abbiamo inziato a sognare di colonizzare il Pianeta Rosso e abbiamo continuato a lavorare senza sosta fino a ieri…. quando un esserino piccolo piccolo ha pensato bene di dare una occhiata al nostro mondo, si è spostato da un pangolino a un uomo e adesso sui social tutti dicono che passerà per tutti, qualcuno si dimentica dell’accento e scrive “passera per tutti” ma tanto è lo stesso… perfino il Papa è uscito a piedi dal Vaticano.. e proprio mentre c’era il diveto, ma lui lo ha fatto per lavoro.. doveva andare a pregare… si è scordato il portafoglio.. e allora ci siamo dovuti accontentare delle preghiere… e mentre tutto questo succede io ed i miei amici, siccome siamo quasi tutti musicisti, guardiamo il mondo e prendiamo appunti, poi ci scriviamo una canzone e magari ogni tanto ci scappa anche un racconto.. e mentre guardo, mi sono accorto che in verità non ci siamo ancora fermati, ci stiamo solo prendendo una pausa.