Spread the love

artista ribelle nato, un estremista del suono puro, talmente estremista che usa semplicemente l’armonica a bocca, certo un ottimo e incredibile passato professionale nel campo della musica, è pianista, ma io lo definirei “sperimentatore” “ricercatore” come potrete leggere sul suo sito , Moses Concas è stato ospite, quest’anno proprio al Ferrara Busker’s Festival, Festival alla quale avrei dovuto partecipare anch’io ma per problemi familiari no ho potuto, sigh… come mi è dispiaciuto, avrei anche avuto l’opportunità di incontrarlo a magari suonarci insieme.

Lo adoro questo genio dell’armonica, lui ha iniziato la sua carriera a Londra come busker e dopo essersi fatto conoscere nei quartieri del West End, Moses ha iniziato a farsi conoscere su palchi di celebri Club come il “The Box” di Soho e il “ROXX”.

Insomma Moses ci sa fare davvero

E lo dimostra con la classica semplicità utitlizzata dai veri geni… Einstein lo ha sempre detto, rendi tutto semplice, ma non troppo,

Everything should be made as simple as possible, but not simpler.

Albert Einstein

Moses questa legge la applica alla perfezione, vi basterebbe sentire : Human Revolution per capire di cosa parlo.

Oppure ascoltarvi Ain’t true

Che posso dire.. grazie di esistere 😉 Ricordo che Moses Concas è Italiano, per la precisione Sardo. Cover Picture from Moses Concas website.

per conlcudere vi lascio all’ascolto di My life in 8 minutes