Spread the love

NON sono mica solo i pusher ad imbrogliare, ci sono pure le istituzioni, e anche quelle che dovrebbero visionare che non ci siano brogli…. sono piu imbroglioni degli imbroglioni.. insomma un vero e proprio imbroglio

le auto elettriche sono considerate il futuro della mobilità, va bene facciamoci due conti, vediamo che impatto hanno sull’ambiente…

Esistono tre tipi di batterie nelle auto elettriche

  • Batterie auto al piombo
  • Batterie auto elettriche NiMH ( queste sono batterie al nichel-metallo idruro all’attuale poco diffuse)
  • Batterie auto elettriche agli ioni di litio
  • Le batterie allo stato solido

Patiamo dalle batterie al piombo:

Le batterie al piombo sono le più facili da riciclare e ancora molto diffuse (ma non si parlava di salvaguardia dell’ambiente???) perché se per le batterie delle auto elettriche questa tecnologia è stata superata da tempo prima dal NiMh e poi dal litio, sono ancora utilizzate per le batterie di servizio delle auto tradizionali e di altri tipi di accumulatori in virtù dei costi più contenuti. 

Il Decreto 188/08 ha previsto la costituzione del Centro di Coordinamento Pile e Accumulatori proprio per garantire l’efficacia e l’efficienza dell’intero sistema.
Il CdCPA ha iniziato la sua operatività il 1° gennaio, non ha fini di lucro, 

Tra i suoi diversi compiti il Centro di Coordinamento PA deve:

  • organizzare un sistema capillare di raccolta di pile e accumulatori esauriti che copra in modo omogeneo l’intero territorio nazionale; “costi di un piano cosi “dettagliato??”
  • assicurare il monitoraggio e la rendicontazione dei dati relativi alla raccolta ed al riciclaggio dei rifiuti di pile e accumulatori, nonché la loro trasmissione all’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale); (SOLITA ED INUTILE BUROCRAZIA)
  • agevolare e sostenere attività tali da consentire ai consumatori finali di disfarsi di pile e accumulatori a fine vita gratuitamente e senza obbligo di acquistarne nuove; (PERCHÈ L’OBBLIGO DI ACQUISTARNE NUOVE?? CHE VUOL DIRE??? e POI, Da quando sono i consumatori finali a doversi liberare della spazzatura??? SE pago tasse sui rifiuti, bollo auto, trasferimento di proprietà per un auto vorrei smaltirla senza doverci pagare uno scotto sopra)
  • organizzare ed effettuare adeguate campagne di informazione e sensibilizzazione;( costi delle future campagne, inoltre chi e a chi si darà il compito di sviluppare un sensibile progetto come questo?)
  • favorire ed incentivare la ricerca e lo sviluppo per una progettazione e fabbricazione di pile ed accumulatori improntante ad una sempre maggiore efficienza ambientale ( come favorire ed incentivare lo sviluppo, fatemi capire avete immesso sul mercato milioni di auto elettriche ma non sapete ancora come smaltirle, ed io dovrei esserte il responsabile delle vostre cazzate??)

Pile e batterie: stop alla dispersione nell’ambiente
Con l’obbligatorietà della raccolta di tutte le tipologie di pile e accumulatori, lo scopo del Centro di Coordinamento è, quindi, far sì che nessuna pila o batteria finisca mai più in discarica ponendo l’Italia tra le Nazioni più attente al patrimonio ambientale. (bello il problema è che le batterie delle future auto non hanno ancora un posto sicuro per lo smaltimento)

La mia domanda è molto semplice, se non esistono ancora strutture in grado di smaltire in maniera corretta i rifiuti creati da noi a che serve immettere sul mercato milioni di autovetture che poi non sappiamo come smaltire?

Molti hanno ipotizzato l’azzardo di utilizzare le batterie delle auto per le illuminazioni dei lampioni delle strade, mi starebbe benissimo se non mi facessero pagare le tasse per il mantenimento dei lampioni e per lo smaltimento e/o il riciclo degli stessi.. insomma, cari signori anche questa delle auto elettriche è una truffa ben congeniata, che lascia spazio alle sette sorelle di inquinare con il suo petrolio, perchè in ogni caso, anche se i consumi sono ridotti al minimo si parla sempre e solo di IBRIDE, cioè autovetture che vanno sia a benzina, diesel o chi per esso che a batteria.

La verità è piu subdola di ciò che possiamo pensare

La verità è che le nostre istituzioni stanno trasformando ogni singolo bisogno di ogni singolo cittadino del mondo in un “guadagno” volete aria pulita nelle vostre città, comprate VOI le auto elettriche e smaltiteVELE bene sennò multe su multe.

Ma com’è che è sempre il consumatore a dover pagare lo scotto per ogni minghiata che inventano quelli delle alte sfere… e poi mi chiedo.. ma di tutte queste inutili parole, non vi siete rotti i coglioni.

Volete un mondo piu pulito?? Smettete di produrre per accumulare ricchezze,. esiste una tecnologia in grado di farci guadagnare soldi senza lavorare, perchè stanno cercando di “distruggerla” con ogni mezzo possibile ed immaginabile?? Vedi #Blockchain e #Bitcoin per esempio…

La blockchain è un protocollo peer-to-peer creato nel 2008 da Satoshi Nakamoto. Non si tratta di uno scienziato giapponese, ma di uno pseudonimo dietro al quale si nascondono diversi informatici che hanno creato il bitcoin basandosi su questa tecnologia. L’obiettivo era quello di creare una versione completamente paritaria di denaro elettronico, permettendo transazioni da un’entità a un’altra senza passare da un’istituzione finanziaria. Insomma, senza l’intermediazione di una banca. Escludere le banche è un obiettivo riuscito solo in parte a Nakamoto (o a chi per lui): oggi, infatti, tutti i grandi istituti sono interessati a sviluppare questa tecnologia, anche in reti chiuse. Basti pensare che Barclays, Credit Suisse, Canadian Imperial Bank of Commerce, HSBC, MUFG e State Street hanno unito le forze per lavorare a un progetto della banca svizzera UBS per creare nuova forma di denaro digitale, su tecnologia blockchain, che verrà testata da altre 22 banche, comprese Intesa Sanpaolo e UniCredit.

La mia domanda da qui a dieci anni mi ritroverò la casa invasa da batterie usate provenienti dalle auto e le smaltirò usando criptomonete per pagare?????

Perchè vedete miei cari signori, non avete capito una cosa importantissima…. questo sistema economico basato sull’utilizzo di carbon fossile per spingere inutili consumi è obsoleto, ed è ancora li solo per le varie mazzette che sono uscite fuori dai vari governi accondiscendenti di tutto il mondo al solo scopo di FOTTERCI