Spread the love

Iniziamo con il dire che l’idea dietro il Buskin 2 Tour è di creare un interazione con il pubblico, per farsi conoscere e promuoversi con un impatto ambientale al minimo. Questo perchè ci tengo al pianeta in cui vivo, tutto qua.

Il fatto che Jovanotti col sua Jova Beach Party abbia scelto luoghi dove nidificano uccelli che non amano il rumore la dice lunga sul rispetto per l’ambiente, io ci tengo al mio pianeta, ci tengo all’ambiente, non mi piace l’idea che chiunque pagando quattro soldi per fare quattro soldi spazzi via con le ruspe i nidi del fratino o spaventi e rovini le spiagge che sono centri di nidificazione per molte altre specie di animali, vermi inclusi. Inoltre il personaggio di Jovanotti dall’alto del suo trono manco si scusa pubblicamente, anzi si incazza. Mi chiedo: Ma Jovanotti quando canta le sue canzoni sta mentendo allora?? Dubbio per non dormire. La cosa che piu mi sciocca è leggere del WWF che “sponsorizza” questa cosa, e nn dico altro perchè è vergognoso…

Le Date Del Buskin 2 Tour di M.M.Farinato

  • 17/07/2019 dalle 20 alle 22 in Piazza Castello all’ingresso del Castello
  • 18/07/2019 dalle 20 alle 22 sono in Piazzale Cadorna vicino all’ingresso della metropolitana
  • 19/07/2019 dalle 11 alle 13 in Piazza Castello all’ingresso del Castello
  • 29/30/31 Agosto 2019 al Ferrara Buskers Festival Tre giorni di musica e arte

Tornando al buskin 2 tour, il primo step da fare è quello di iscriversi, registrarsi al portale http://milano.stradarte.it/login.aspx e da li inviare un video, anche fatto con il cellulare per mostrare che tipo di impianto sonoro usate, basso, medio o alta rumorosità e anche per vedere se siete muscisti o no, ovviamente, un CV non guasta, inoltre serve la documentazione relativa all’artista per compilare i restanti form “obbligatori” sul sito. Se invece volete suonare a Torino o Venezia potete usare https://genova.fedrosuite.com

Ovviamente ho scelto impianto acustico medio, l’attrezzatura utilizzata è di una semplicità mostruosa ed è a bassissimo costo, anche se comunque è un costo che l’artista deve sostenere inizialmente di tasca sua (ripeto per fare musica servono i soldi) continuiamo….

Il computer è un laptop HP i5, il mio personale, monta un sistema operativo gratuito, si chiama #UBUNTUSTUDIO 19 Dingo version ed è Open Source. Piccola scheda audio Scaralett 2i2 con due ingressi, microfono a condensatore per la voce, i collegamenti vengono gestiti da Calf PLugin e Rackarrack, due software per chitarristi gratuiti di suite su ubuntustudio, qualunque versione vogliate, amplificatore #Blackstars #SuperFly il 15, ho scelto questo perchè oltre ad essere economico, consuma meno batterie degli altri quindi inquina meno, inoltre possiede due ingressi gestibili separatamente ed ha un uscita di 15 WATT, seggiolino rubato a mia sorella, carrellino comprato a 4 euro al mercatino dell’usato per trasportare l’ attrezzatura, inolte chitarra Ibanez elettrica, che ha un suono blues da PAUUUURA.

Le difficoltà

Partiamo con la gestione delle date, se devo essere sincero il sito di stradarte è un po ostico, non è molto user friendly ma fa il suo dovere benissimo, inoltre telefonando ai numeri di informagiovani vi aiutano su qualunqeu cosa, comuqneu una volta che avete fatto la registrazione e vi hanno accreditato lo psettacolo passate alla prenotazione, ci sonoa disposizione 4 giorni a settimana, in base all’impianto sonoro potete scegliere la location e gli orari, io di solito faccio un paio d’ore. Una volta ocnfermato il tutto potete finlamente apsettare il giuorno del vostro concerto, a quel punto stampate il permesso e ve lo portate con voi.

Le Locations di Milano

Le locations che scelgo frequentemente sono Piazza Duomo sotto i portici meridionali, di fronte all’ingresso della Feltrinelli, Cadorna, appena all’uscita, ora sto provando delle nuove locations, Piazza Castello e San Babila, voglio vedere come va.

L’esperienza

Il pubblico reagisce molto bene, le mance girano e questo fa piacere perchè almeno si rientra delle spese della strumentazione, inoltre si incontra davvero di tutto, poeticamente io mi sento un vagabondo, e quasi mi piace, ci sono i vari “clochard” che ora iniziano a salutarmi, ogni tanto in Cadorna c’è un gente ubriaca, ma la polizia gira sempre quindi si è abbastanza sicuri. Insomma la cosa funziona e mi piace come tipo di promozione, prima di tutto perchè è alla portata di tutti, secondo non inquina, terzo aiuta molto la distribuzione, io lascio i biglietti da visita per le persone che li raccolgono e mi ringraziano, a breve quando finisco l’ album offrirò anche la vendita dei download con delle card di cartone riciclabile con i codici stampati per scaricare le canzoni sul computer o sul cellulare.

La distribuzione dei brani

La distribuzione dei brani musicali avviene in maniera molto economica e sempre a bassissimo impatto ambientale, le card di cartone con i codici per i download sono disponibili sul sito #bandcamp per gli artisti iscritti, i downloads disponibili sono ben 5000, insomma, la carne al fuoco c’è ora bisogna solo lavorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *